martedì 29 dicembre 2015

VIENI ANCHE TU A SOSTENERE L'ACQUA PUBBLICA


 Ti aspettiamo il 4 Gennaio alle 20.00 presso la sede municipale di Gardone V.t.


Dopo la votazione favorevole del sindaco di Gardone VT alla gestione misto pubblico-privato del servizio idrico integrato, già ad ottobre abbiamo presentato la nostra prima interrogazione in cui chiedevamo spiegazioni riguardo la posizione presa e riguardo al fatto che non si sia ritenuto opportuno coinvolgere la cittadinanza... La risposta purtroppo non è stata soddisfacente quindi abbiamo deciso di procedere presentando una seconda interrogazione chiedendo al nostro sindaco se, prima di votare per la creazione di una società misto pubblico-privato, abbia effettuato la comparazione tra le diverse forme di gestione previste dallo Statuto e, qualora la suddetta comparazione fosse stata effettuata, le risultanze tecniche ed economiche che lo abbiano indotto a questa scelta. Inoltre chiediamo, in considerazione del modello di gestione scelto, quale sarà lo spazio che avranno i comitati, i cittadini e le associazione che vorranno esercitare un ruolo di controllo sull'operato di tale società. 
A tal proposito, a livello nazionale, grazie ai nostri portavoce sempre attivi sul territorio,  abbiamo anche presentato un'interrogazione parlamentare perchè riteniamo tutto questo illegittimo dal momento che va contro la risoluzione del Parlamento Europeo dell'11 marzo 2004 e contro il risultato del referendum del 2011.
Abbiamo inoltre presentato una mozione (che vi invitiamo a leggere cliccando qui) in cui invitiamo il Sindaco ad assicurare, attraverso strumenti compatibili con la normativa vigente, il diritto alla disponibilità di un quantitativo minimo, giornaliero, gratuito per persona, pari ad almeno 50 litri.

Non avendo inserito la nostra mozione e la nostra seconda interrogazione nell'ultimo consiglio comunale, abbiamo deciso di convocare un Consiglio Comunale Straordinario che avrà luogo il 4 Gennaio 2016 alle ore 20:00 in cui finalmente il sindaco darà risposta davanti ai cittadini.

INVITIAMO TUTTI COLORO CHE HANNO A CUORE QUESTO TEMA A PARTECIPARE NUMEROSI.

Vi aspettiamo quindi il 4 Gennaio alle 20.00 presso la sede municipale  per far valere il nostro diritto all'acqua pubblica, diritto sancito dall'Art 2 della Costituzione, dalle normative dell'Unione Europea e ribadito dai cittadini italiani i quali, con il referendum del 2011, hanno detto no a qualunque legge che potesse affidare la gestione del servizio idrico integrato a privati.









Vi invitiamo a leggere il testo della nostra prima interrogazione cliccando qui
Vi invitiamo a leggere il testo della seconda interrogazione cliccando qui
Vi invitiamo a leggere il testo della nostra mozione cliccando qui.





mercoledì 23 dicembre 2015

BUONE FESTE A TUTTI...


LA GARA FANTASMA PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE

La pigrizia dell'amministrazione comunale di Gardone V.t. ci è costata € 70.000,00

Dalla maggioranza ci accusano pubblicamente di riempire blog e social di chiacchiere inutili, ma è solo una sciocca strategia per gettarvi fumo negli occhi,

Noi, non solo documentiamo ogni singola denuncia, ma anche stavolta vi invitiamo a non credere ciecamente alle nostre parole, bensì a leggere la Trascrizione Ufficiale del Consiglio Comunale del 26 Novembre 2015 redatta dal Comune di Gardone V.t. cliccando su questo link e a trarre le vostre conclusioni da soli.

Durante il Consiglio Comunale del 26 Novembre si è votata al punto 4 una variazione di bilancio assai sospetta che prevedeva l'aumento dello stanziamento di ulteriori € 70.000,00 da destinare alla pubblica illuminazione. La nostra consigliera Alessandra D'Agostino ha chiesto delucidazioni prima agli uffici competenti e in seguito al Consiglio riunito.

Gli uffici competenti ci hanno spiegato che doveva essere effettuata una gara per individuare il concessionario che avrebbe dovuto effettuatr lavori di ammodernamento e gestire il servizio di illuminazione e che questa gara, per imprecisati motivi tecnici, non è stata completata, mandando in fumo la previsione di risparmiare la consistente cifra di € 70.000,00.
A questo punto la D'Agostino ha chiesto spiegazioni per ben 2 volte al Consiglio Comunale riunito (PAG 10 e PAG 18 della Trascizione Ufficiale ) e la risposta che ha ricevuto è stata tutt'altro che soddisfacente; la maggioranza rispondendo all'incalzante D'Agostino non solo non fa nessun riferimento alla gara che avrebbe dovuto effettuare, ma svia l'argomento, divaga e dà risposte fuorvianti come se non ne sapesse nulla...



TUTTA LA NOSTRA SOLIDARIETA' AI LAVORATORI E ALLE LAVORATRICI DELL'ESSELUNGA DI SAREZZO

Il 22 Novembre a Sarezzo si è tenuto un presidio davanti all'Esselunga con il nostro Deputato alla Camera Claudio Cominardi che è venuto ad incontrare i dipendenti dell'Esselunga, costretti al trasferimento per aver rifiutato di lavorare anche di domenica. Teniamo a sottolineare che tra questi lavoratori obbligati al trasferimento fino a 80 Km per aver rifiutato di lavorare tutte le domeniche dell'anno, compaiono una mamma di 4 bambini e una in allattamento!

Le aperture domenicali e i turni infiniti durante le festività a cui sono sottoposti i dipendenti della Grande Distribuzione Organizzata, sono da sempre oggetto di contestazione da parte del MoVimento 5 Stelle che già da tempo ha presentato un progetto di legge contro la liberalizzazione delle aperture degli esercizi commerciali:


" Come denunciano molte associazioni dei commercianti, aumentare le giornate di apertura non solo non porta ad un'automatica crescita del fatturato ma comporta un aumento di costi e una pressione sui lavoratori vengono oberati da turni di lavoro; Solo la grande distribuzione può sostenere aperture sette giorni su sette e, i piccoli esercizi commerciali rischiano sempre più di soccombere desertificando i centri storici e cambiando per sempre il panorama delle nostre città italiane, tradizionalmente fatte di piccole botteghe, un patrimonio che costituiva da sempre anche un tessuto connettivo sociale"


                                                                                                (Michele Dell'Orco, M5S Camera)




A sostegno dei dipendenti e delle dipendenti dell'esselunga, ai quali va tutta la nostra solidarietà, è stata avviata una raccolta firme per chiedere alla società di ritirare le lettere di trasferimento inviate ai lavoratori che si sono rifiutati di lavorare anche tutte le domeniche dell'anno. 





martedì 3 novembre 2015

5 DOMANDE e 4 RISPOSTE

Durante il Consiglio Comunale dell'08 Ottobre 2015 al punto 9 dell'ordine del giorno si è discussa la mozione che abbiamo presentato al Comune di Gardone V.T. per l'installazione di Eco-compattatori sul territorio comunale.


1. Che cosa è un Eco-compattatore?
L'eco-compattatore è un macchinario studiato e costruito per raccogliere, differenziare e compattare in modo autonomo rifiuti come bottiglie di plastica e lattine; la sua tecnologia consente di ridurre di almeno 20 volte il volume del rifiuto introdotto dal cittadino.


2. Quali sono i vantaggi per il Cittadino?
Al momento del conferimento del rifiuto, al cittadino che utilizza l'eco-compattatore, vengono erogati vantaggi quali ad esempio sconti TARI o buoni-spesa utilizzabili presso le attività commerciali convenzionate.
Su questo articolo pubblicato da  IL FATTO QUOTIDIANO  troviamo esempi concreti di esperienze già realizzate in altri Comuni; nello specifico l'articolo spiega che: "In cambio di 50 bottiglie viene emesso uno sconto di due euro su una spesa da 20. Oppure una riduzione del dieci per cento sul menù al ristorante, il cibo al supermercato (o punti fedeltà), un servizio dall’estetista o una bibita gratis al pub."

Un altro vantaggio non indifferente consiste nel fatto che, una volta compattato, il rifiuto viene consegnato direttamente alle aziende di riciclaggio pertanto NESSUNO DI QUESTI RIFIUTI FINIRA' MAI IN UN INCENERITORE



3. Come è possibile che gli eco-compattatori siano COMPLETAMENTE GRATUITI per i Comuni?

Gli eco-compattatori sono ceduti a Comuni, scuole ed enti privati in comodato d'uso gratuito ed è inoltre garantito il servizio, sempre a costo zero, di assistenza e manutenzione dell'apparecchio; l'operatore concessionario che si occupa della manutenzione infatti percepisce l’80% dei proventi derivanti dalle vendite dei rifiuti/materie prime, il restante 20% va alla ditta produttrice dell’eco-compattatore. Inoltre le attività che vogliono essere coinvolte negli eco-bonus pagherebbero una somma al concessionario per la pubblicità affissa sull’impianto. Alcune società a questo proposito chiedono una quota  che va dai 30 ai 50 euro e che comprende la pubblicità affissa sull’impianto, stampata sullo scontrino e inserita sul portale web.

Leggi anche cliccando su: Pomezia adotta 10 Eco-compattatori. In questa inserzione sul sito Istituzionale della Città di Pomezia Terme, il Sindaco Fabio Fucci sottoscrive il fatto che gli Eco-compattatori adottati sul territorio, siano totalmente a costo zero per il Comune. 


4. Oltre alla gratuità, quali altri vantaggi ci sono per il Comune?
Il rifiuto raccolto, differenziato e compattato dall'eco-compattatore, viene consegnato direttamente alle aziende di riciclaggio senza passare dalla discarica (in cui sarebbe dovuto essere separato e compresso), né dai siti di stoccaggio; tutto questo permette di ridurre i costi di gestione e il consumo di carburante utilizzato per il trasporto dei rifiuti, garantendo quindi anche una piccola riduzione dell'inquinamento atmosferico.
Inoltre, avendo anche un riconoscimento monetario, il cittadino è più motivato a conferire il rifiuto all'eco-compattatore piuttosto che nell'immondizia indifferenziata, la quale ricordiamo che rappresenta un costo non indifferente per le amministrazioni.



5. Perchè il comune di Gardone V.T. ha bocciato la mozione del MoVimento 5 Stelle volta a portare anche sul nostro territorio questo tipo di tecnologia?


.......?.........





Per visualizzare il Verbale ufficiale del Consiglio Comunale dell'8 Ottobre 2015 clicca qui

Purtroppo la nostra mozione, seppur ritenuta valida dal Consiglio Comunale, è stata bocciata, come del resto altri nostri virtuosi progetti che riteniamo avrebbero apportato miglioramenti alla vita dei cittadini. Ciononostante abbiamo intenzione di ripresentarla e, se necessario, accompagnata e supportata da una raccolta firme che potremmo presto attivare sul territorio di Gardone Val Trompia.


LEGGI ANCHE

Ultime Notizie Flash:  "Buoni sconto in cambio di rifiuti"
Sito del Comune di Pomezia Terme  Pomezia adotta 10 Eco-compattatori
Blog di Beppe Grillo "Rifiuti virtuosi"





Per leggere il testo completo della nostra mozione CLICCA QUI





giovedì 29 ottobre 2015

MAMMA, DOMANI IL PASTO LO PORTO DA CASA




Il Movimento 5 Stelle in Lombardia ha avviato una raccolta firme diretta a tutti coloro che vorrebbero  poter  decidere in piena autonomia cosa far mangiare al proprio figlio e ai genitori che vorrebbero lasciare i propri figli per pranzo a scuola, ma non possono  permettersi di pagare il costo della mensa.

Non esiste infatti nessuna normativa e/o direttiva regionale, nazionale o europea che vieti il consumo di pasti portati da casa, all’interno degli edifici scolastici e l’Art. 32 della Costituzione garantisce il diritto a “scelte alimentari autonome”. Nonostante questo molti comuni vietano il consumo di pranzi che non siano stati confezionati nelle mense scolastiche.

In alcune scuole della nostra regione l’alternativa del pasto da casa è presente già da qualche anno e nel resto dei paesi europei c’è sempre stataCon il pasto portato da casa si potrebbe evitare l’uscita dei bambini da scuola per il pranzo, fenomeno ora in aumento a causa dell’alto costo delle mense e del menù fisso, inoltre il costo del pasto da casa sarebbe minimo al contrario dell’alto costo del pasto della mensa privata, che incide pesantemente sul bilancio familiare e spesso è causa di debito sia con la società di ristorazione che con l’Amministrazione Comunale.

Chiediamo pertanto con questa petizione che PRESIDENTE DI REGIONE LOMBARDIA E GLI ASSESSORI COMPETENTI intervengano sollecitando i Comuni affinché introducano, tramite proprio regolamento, la possibilità per gli alunni di consumare il pasto portato da casa in alternativa a quello offerto dal servizio ristorazione.


Anche noi a Gardone V.T. Stiamo raccogliendo le firme per questo progetto che non va ad intaccare ciò che c'è già, ma è solamente un'ulteriore scelta a disposizione dei genitori che non vedono nella mensa attuale una soluzione

Fermati anche tu al nostro banchetto per firmare la petizione!

Oppure sottoscrivila on line clicca su change.org 

Per approfondimenti clicca su: Lombardia 5 Stelle











giovedì 15 ottobre 2015

IL FUTURO DELL'ACQUA PUBBLICA E' PRIVATO?


Stamattina la nostra D'Agostino ha presentato un'interrogazione per ottenere spiegazioni in merito alla proposta che il sindaco Lancelotti è stato chiamato a votare. Il tema è estremamente delicato e tra quelli che più stanno a cuore  al Movimento 5 Stelle ovvero quello dell'acqua pubblica.

Il giorno 09 ottobre 2015 infatti si è tenuta una riunione della Conferenza dei Sindaci alla quale è stata illustrata una proposta in tema di gestione del servizio idrico integrato; tale proposta in sostanza, consiste nell’affidamento diretto trentennale del servizio idrico integrato ad una società interamente pubblica, all'interno della quale però entro il 31/12/2018,  dovrà subentrare per una quota non inferiore al 40% un socio privato da individuare tramite gara ad evidenza pubblica.

Se affidiamo l'acqua alla gestione di privati, il suo prezzo seguirà le logiche di mercato a scapito di tutti i cittadini e l'obbiettivo a breve termine di una gestione privata sarà sempre e comunque la massimizzazione del profitto a scapito del servizio! L'acqua è un bene essenziale ed insostituibile per la vita, NON SI PUO' LUCRARE SULL'ACQUA e non siamo i soli a pensarlo!!! 
Ricordiamo infatti a tutti i lettori  che con il referendum del 2011 la stragrande maggioranza degli  italiani ha detto no ad ogni legge che potesse affidare la gestione del servizio idrico integrato a privati e ricordiamo inoltre la risoluzione del Parlamento Europeo dell'11 marzo 2004 sulla strategia per il mercato interno la quale afferma che “essendo l'acqua un bene comune dell'umanità, la gestione delle risorse idriche non deve essere assoggettata alle norme del mercato interno”



INTERROGHIAMO 
quindi il Sindaco del Comune di Gardone V.T. per sapere:



- Quale è stata la posizione dell’Amministrazione su questo tema, ovvero, quale fra le forme di gestione del servizio idrico integrato l’Amministrazione ha inteso sostenere?
- Per quale motivo non ha ritenuto di coinvolgere la cittadinanza circa le scelte che ha inteso intraprendere su questa enorme e basilare questione riguardante la gestione nell'immediato futuro dell'acqua pubblica? 
- Come intende operare nei confronti della cittadinanza, in termini di confronto e trasparenza, affinché essa possa essere adeguatamente informata circa le conseguenze delle scelte che l’Amministrazione ha inteso intraprendere?


Per vedere il testo completo dell'interrogazione presentata CLICCA QUI

Siamo quindi in attesa di ricevere al più presto una risposta dal Sindaco di Gardone V.t. e scoprire quale è stata la posizione della nostra amministrazione.







Leggi anche 



Per vedere il testo completo dell'interrogazione presentata CLICCA QUI




martedì 13 ottobre 2015

IL PARLAMENTARE CHE TI SERVE ARRIVA A BRESCIA


Venerdì 2 Ottobre presso  il Ristorante pizzeria "La Nuova Piedigrotta", l'iniziativa "Il Parlamentare che ti serve" ha fatto tappa a Brescia!
La nostra Consigliera Alessandra D'Agostino ha servito ai tavoli insieme ai "camerieri":
Dino Alberti, Francesca Businarolo, Claudio Cominardi, Luigi Di Maio, Giorgio Sorial e Danilo Toninelli (M5S Camera);
Laura Gamba (M5S Comune di Brescia) e
Giampietro Maccabiani (M5S Regione Lombardia) 






Lo scopo dell’iniziativa è raccogliere fondi per l’evento “Italia 5 Stelle”, che si terrà ad Imola il 17 e 18 ottobre 2015.
Il Movimento 5 Stelle, infatti, rifiuta i rimborsi elettorali, il 2×1000 ai partiti, le diarie e i rimborsi non spesi.










IL M5S A GARDONE V.T. ADOTTA UN "NUOVO" METODO DI COMUNICAZIONE


Come molti avranno già notato, sono comparse sul territorio di Gardone V.T. 6 bacheche grazie alle quali potremo da ora informare costantemente i cittadini in merito alle nostre iniziative, alle nostre proposte e soprattutto al nostro operato sia a livello locale che a livello nazionale.





La nostra Consigliera Alessandra D'Agostino commenta così dalla sua pagina facebook

"Eccole, queste sono le nostre bacheche a costo zero su cui da oggi in poi troverete notizie a 5 stelle...sono costruite con materiali di riciclo e per la loro realizzazione non sono stati utilizzati prodotti inquinanti...le postazioni sparse per Gardone in cui le potrete consultare sono sei...

Un ringraziamento speciale va agli attivisti che le hanno realizzate e a chi ci aiuterà a tenerle aggiornate; abbiamo tantissime cose da raccontarvi, sia a livello locale che nazionale il lavoro è parecchio, faremo il possibile per trovare ritagli di tempo e occuparci tramite volantini settimanali della diffusione di tutto il lavoro svolto perchè è giusto che sappiate tutti quanto il m5s stia facendo.

A riveder le stelle..."



lunedì 12 ottobre 2015

OGNI EURO RISPARMIATO E' UN EURO GUADAGNATO


Visto l'ordine del giorno a dir poco scarno del Consiglio Comunale dell'11 Settembre 2015, indetto solo per conferire la cittadinanza onoraria a Don Francesco Bazzoli, la nostra consigliera Alessandra D'Agostino ha suggerito in Commissione Affari Generali dell'8 Settembre 2015 di accorparlo al Consiglio successivo, ma la sua proposta è stata bocciata; la D'Agostino ha quindi invitato tutti i consiglieri  a  rinunciare al gettone di presenza che avrebbero percepito per la partecipazione alla seduta; la sua seconda proposta è stata accettata pertanto nessun consigliere percepirà alcuna somma per il Consiglio Comunale dell'11 Settembre 2015.


LE SCANDALOSE ALIQUOTE TARI - VOL II


Oggi vogliamo parlare di un tema che ci sta molto a cuore e che abbiamo già trattato in questo blog, ovvero alcune tariffe TARI adottate per le utenze non domestiche e in particolare la disparità di trattamento tra le Banche/Istituti di credito e tutti gli altri Uffici/Agenzie/Studi professionali
Consideriamo infatti che il tipo di rifiuto conferito da una Banca o da un altro ufficio sia dello stesso tipo e non riusciamo perciò a spiegarci perchè le banche,  possano usufruire di un aliquota TARI pari a €/mq 1.41, mentre tutti gli altri uffici siano costretti a pagare ben il 147% in più, ovvero €/mq 3.49.


Di seguito potrete trovare un breve estratto (pag 43-45) del Verbale Ufficiale del Consiglio Comunale del 21 Maggio (visionabile in versione integrale cliccando su questo link)





Per vedere le tariffe TARI adottate dal Comune di Brescia CLICCA QUI
Per vedere le tariffe TARI adottate dal Comune di Villa Carcina  CLICCA QUI
Per vedere le tariffe TARI adottate dal Comune di Gardone Val Trompia CLICCA QUI

Visionando le tabelle di cui sopra si nota come a Brescia un istituto bancario paghi ben €/mq 4.70 mentre a Gardone soltanto €/mq 1.41;
tutti gli altri uffici invece a Brescia pagano €/mq 3.02  e a Gardone V.t. €/mq  3.49;

Non riteniamo corretta questa disparità di trattamento e stiamo già lavorando al fine di trovare una soluzione più equa soprattutto a vantaggio dei cittadini gardonesi





giovedì 8 ottobre 2015

BASTA ALLA STRUMENTALIZZAZIONE DEI FENOMENI MIGRATORI


Pubblichiamo a seguire il comunicato stampa in cui spieghiamo la nostra posizione in merito alle violente manifestazioni dei giorni scorsi a S.Colombano di Collio;
Purtroppo stiamo assistendo alla costante strumentalizzazione per fini di propaganda da parte di forze politiche sia di destra che di sinistra  e sempre più spesso a semplici (ma non meno pericolosi) atti di teppismo operati nei confronti dei profughi stessi o della struttura che li ospita. 

A nostro avviso la maggior parte dei cittadini identifica erroneamente nelle ondate di profughi  "La Causa del Problema"; ciò che troppo spesso sfugge invece è il fatto che i profughi sono "La Conseguenza" di azioni scellerate che l'Occidente ha messo in atto talvolta dando a potenti multinazionali carta bianca per sfruttare le risorse dei paesi poveri, talvolta invece con veri e propri atti di guerra.

Alcuni membri del nostro Meetup si stanno confrontando con il "Coordinamento Antifascista e Antirazzista" sorto in conseguenza delle violente manifestazioni poste in atto dai militanti di Forza Nuova e Lega Nord, ma lo stanno facendo come liberi cittadini, senza quindi esporre i nostri simboli e le nostre bandiere, perchè riteniamo che sia ora di dire BASTA ALLA STRUMENTALIZZAZIONE dei recenti fenomeni migratori. 









A seguire una piccola rassegna stampa degli atti di violenza a cui abbiamo assistito nelle ultime settimane













Fortunatamente a fronte di atti di violenza e di razzismo, abbiamo assistito anche ad appelli e solidarietà in favore dei profughi anche se purtroppo sulle testate giornalistiche locali e nazionali fa come sempre molta più notizia la violenza.







mercoledì 23 settembre 2015

LA COERENZA DI ALCUNI CONSIGLIERI DI GARDONE V.T.





Il MoVimento 5 Stelle ha presentato a Gardone V.T. un progetto da inserire nel Piano del Diritto allo Studio e alla Formazione intitolato "Rifiuti Zero"; un percorso formativo, completamente gratuito, rivolto alle scuole medie e finalizzato allo sviluppo di una coscienza civica riguardo la gestione consapevole dei rifiuti, con una particolare attenzione rivolta al riciclo e al coinvolgimento degli studenti da un punto di vista pratico anche attraverso il "laboratorio della plastica"

Per leggere il testo del nostro progetto clicca qui

In Commissione il suddetto piano ha suscitato l'approvazione di tutti i consiglieri in quanto avrebbe integrato la formazione che il Comune, attraverso CAUTO, porta avanti già da tempo nelle scuole elementari, ma nonostante le chiacchiere dei commissari alla fine il piano non è passato perchè udite udite: il relatore, oltre ad essere un esperto a livello nazionale di gestione di rifiuti, è anche un attivista del MoVimento 5 Stelle.
A questa accusa noi rispondiamo ribadendo che:
1. Roberto Fiorendi è un esperto a livello nazionale in tema di gestione dei rifiuti, e gli incontri nelle scuole non avrebbero trattato alcun tema al di fuori di questo.
2. Se l'attivismo politico è considerato causa di interdizione dall'attività all'interno delle scuole, ogni singolo progetto andrebbe bandito, visto che chiunque potrebbe avere una tessera o una simpatia rispetto ad un partito o ad un movimento politico

Ma l'incoerenza di alcuni consiglieri comunali di Gardone V.t. non si ferma qui, infatti molti di coloro che hanno bocciato il nostro progetto motivando tale bocciatura con il timore che "Rifiuti Zero" portasse la politica nelle scuole, hanno a loro volta presentato un progetto dal titolo "PoliticaMente" il quale, come è facilmente intuibile dal titolo stesso, non solo avrebbe trattato temi politici, ma avrebbe avuto come relatori gli stessi consiglieri che, per avvicinare i giovani alla politica, avrebbero portato la loro esperienza nelle scuole, talvolta perfino con l'aiuto e il supporto di altri esponenti politici. 

Ora, vista l'impossibilità da parte del Comune di approvare il progetto denominato "Politicando" promosso anche da esponenti appartenenti alla stessa maggioranza, cosa hanno fatto i Consiglieri???  (Gli stessi che hanno bocciato il nostro progetto perchè potenzialmente fazioso)?
Hanno fondato un'associazione tramite la quale hanno proposto il loro progetto direttamente alle scuole, senza passare quindi dall'approvazione del Consiglio Comunale di cui essi stessi fanno parte.








Per leggere il testo del nostro progetto clicca qui



1440 VOLTE GRAZIE ALL'ON. CLAUDIO COMINARDI


L'Onorevole Claudio Cominardi deputato alla Camera, commenta così, dal suo blog personale, l'operato della nostra consigliera Alessandra D'Agostino: 

"A seguito di interrogazioni parlamentari, contatti con Poste e soprattutto con il meetup della Valtrompia che con la nostra portavoce Alessandra D’Agostino hanno raccolto centinaia di firme contro la chiusura dell’ufficio postale di Magno, qualcosa si è mosso!  Sui 61 uffici postali lombardi che dovevano chiudere o vedersi ridurre gli orari per il piano di Poste italiane lanciato a febbraio, 15 sono esclusi e quindi resteranno aperti. Lo ha annunciato il sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata della Regione Lombardia Daniele Nava che ha trovato un accordo con il presidente lombardo di Anci Roberto Scanagatti e i rappresentanti delle unioni province lombarde. Resteranno quindi aperti quelli di Valsecca Sant’Omobono Terme (Bg), Magno di Gardone Valtrompia (Bs), Tremezzo di Tremezzina (Co), Vicomoscano di Casalmaggiore (Cr), Gallignano di Soncino (Cr), Verderio Superiore di Verderio (Lc), Maresso di Missaglia (Lc), Zorlesco di Casalpusterlengo (Lo) e poi Cesole di Marcaria (Mn), Polesine di Pegognaga (Mn), Portiolo di San Benedetto Po (Mn), Zoccorino di Besana Brianza (Mb), Ruginello Vimercate 2 di Vimercate (Mb), Zinasco Nuovo a Zinasco (Pv) e Oltrona al Lago di Gavirate (Va).“E’ un buon risultato. Grazie alla serietà del nostro lavoro – dice Nava – siamo riusciti a ottenere da Poste Italiane la rinuncia a chiudere 15 uffici (....)


A livello locale abbiamo potuto contare sul vivo interessamento da parte della maggioranza, ma ci teniamo a sottolineare che a livello nazionale, l'unica forza politica che si è battuta attivamente per scongiurare la chiusura di uffici postali siti in posizioni strategiche e quindi necessari alla popolazione locale, è stata il MoVimento 5 Stelle. Magno conta 1440 abitanti, perciò 1440 volte grazie all'Onorevole Claudio Cominardi che con la sua interrogazione parlamentare rivolta al Ministro dello Sviluppo Economico, ha ottenuto lo stop al piano di chiusura e reso la sentenza del Tar (al quale il Comune di Gardone V.T. aveva fatto ricorso) un atto dovuto.


lunedì 21 settembre 2015

€ 44.000,00 PER UNA PROGETTAZIONE. NON SARANNO TROPPI???


Durante il Consiglio Comunale del 16 Luglio al punto 2 dell'ordine del giorno si sono votate variazioni di bilancio tra le quali compariva lo stanziamento di € 44.000,00 per la sola progettazione degli interventi riguardanti la Palazzina Liberty.
Considerando che la progettazione preliminare è già stata eseguita e approvata, ci è sembrato doveroso far notare in Consiglio che una spesa di € 44.000,00 solo per mettere su carta un progetto ci pare a dir poco eccessiva. Per questa ragione il MoVimento 5 Stelle ha espresso voto contrario

Voi cosa ne pensate?





venerdì 11 settembre 2015

LE SCANDALOSE ALIQUOTE TARI DI GARDONE V.T.

Durante il Consiglio Comunale del 21 Maggio 2015 si è discusso di tutte le tasse comunali sulla casa: IUC (Imposta Unica Comunale) nonchè di aliquote TASI, TARI e IMU e il MoVimento 5 Stelle ha raggiunto una piccola vittoria, vedi il post precedente cliccando qui

Purtroppo però ci sono ancora tanti punti oscuri e a nostro avviso assurdi su cui lavoreremo per trovare una soluzione equa e condivisa, ad esempio troviamo del tutto fuori luogo che gli istituti bancari possano adottare un aliquota TARI pari a €1.41 al metro quadrato ovvero meno della metà di quanto sia costretto a pagare qualunque altro ufficio il quale, con un aliquota pari a € 3.49 paga ben il 148% in più, mentre un edicola con un aliquota pari a € 4.14, raggiunge addirittura il 294% in più!!!!






Per approfondimenti vi invitiamo a visualizzare la tabella sottostante in cui troverete le aliquote delle utenze non domestiche adottate dal Comune di Gardone V.T.








IL COMUNE DI GARDONE V.T. VIETA INSTALLAZIONI PUBBLICITARIE SU QUASI TUTTO IL TERRITORIO


Durante il Consiglio Comunale del 21 Maggio 2015 si è modificato il Regolamento Comunale per l'imposta sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni.
 La modifica riguarda in particolare l'Art 27 comma 4 e si riferisce al posizionamento di mezzi pubblicitari che richiedono installazione permanente di strutture, quali ad esempio targhe e pannelli. Il posizionamento di tali strutture sarà da oggi di fatto VIETATO su tutto il territorio comunale ad accezione del tratto di Via Artigiani.

La nostra consigliera D'Agostino ha espresso voto contrario dal momento che la cartellonistica in questione non è in contrasto con normative o vincoli di legge, non va a deturpare l'ambiente e per qualcuno rappresenta un attività lavorativa.

Per ulteriori approfondimenti vi invitiamo a leggere la Trascrizione Ufficiale del Consiglio Comunale in particolare l'intervento a pag 25 dell'Assessore Ghibelli 





UNA PICCOLA VITTORIA A GARDONE V.T. PER IL MOVIMENTO 5 STELLE


Durante il Consiglio Comunale del 21 Maggio 2015 si è discusso di tutte le tasse comunali sulla casa: IUC (Imposta Unica Comunale) nonchè di aliquote TASI, TARI e IMU;

Il MoVimento 5 Stelle ha portato a casa una piccola vittoria, è stata infatti inserita nel regolamento comunale la nostra proposta di rivedere il meccanismo di rimborso per i commercianti del centro storico.
Il vecchio regolamento infatti prevedeva che i commercianti anticipassero l’intero importo delle tasse comunali sugli immobili al Comune di Gardone V.T. il quale, solo successivamente, ne restituiva una quota. Da oggi finalmente i commercianti del centro storico potranno godere a pieno dell’agevolazione concessa, senza dover anticipare alcun importo al Comune.



martedì 21 luglio 2015

LA DISCUSSIONE IN TEMA DI RIFORMA DELLA SANITA' ARRIVA A GARDONE

Giampietro Maccabiani, Consigliere Regionale del MoVimento 5 Stelle, a Gardone V.t. per parlare di Riforma Sanitaria.



La nostra Consigliera per il MoVimento 5 Stelle Alessandra D'Agostino, commenta così, dalla sua pagina facebook, la presenza in comune a Gardone V.T. di Giampietro Maccabiani:

"Stasera in comune a Gardone si parlava della nuova schiforma ops riforma sanitaria ...presenti anche i consiglieri regionali fra cui il nostro Giampietro Maccabiani che come al solito ha rappresentato alla grande il M5S... Positivo il fatto che il nostro ospedale rimarrá accorpato al civile un po' meno positivo il fatto che non verranno potenziati e supportati molti settori delicati...questa riforma é stata proposta dalla maggioranza in regione (rappresentata purtroppo dalla lega) in modo confuso e superficiale e servirá x distribuire poltrone piú che x migliorare i servizi ai cittadini...martedì in consiglio regionale se ne discuterá... speriamo in bene...."



Per comprendere tutte le ragioni per cui il Movimento 5 Stelle è assolutamente contrario a questa Riforma della Sanità, vi invitiamo a cliccare su: www.lombardia5stelle.it/category/sanita/

Troverete tutti gli approfondimenti e le dichiarazioni dei nostri portavoce in Regione Lombardia, nonché la dimostrazione che più che offrire un servizio ai cittadini italiani, la riforma della sanità di Maroni accelera la privatizzazione messa in atto da Formigoni, si preoccupa più della redistribuzione delle poltrone che del miglioramento di servizi o dell'efficientamento delle strutture, per non parlare poi degli avvisi di garanzia ai dirigenti dell'Asl di Brescia (Sono infatti al momento indagati il direttore generale Carmelo Scarcella e il direttore sanitario Francesco Vassallo) e della vecchia politica, incarnata dall'assessore alla Sanità Mantovani, che non solo non ha intenzione di rimuovere questi personaggi dai loro incarichi, ma li difende e li protegge; troverete inoltre le nostre denunce ai folli sprechi della sanità e tante altre motivazioni per cui riteniamo che la riforma della sanità di Maroni sia una colossale presa per i fondelli.

Approfondisci anche tu la posizione e le motivazioni dei portavoce pentastellati!


UNA BUONA SCUOLA PER QUESTO PAESE


Vito Crimi, Senatore ed ex Presidente del gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle al Senato, dopo la partecipazione al nostro pranzo di autofinanziamento, dalla sua pagina facebook ringrazia così:


Ho conosciuto Abramo e Amedeo nella loro azienda agricola "Pesei", dove ho trascorso un po' dell'ultimo fine settimana. L'azienda rappresenta «il frutto di una scelta», per usare le loro stesse parole.Desidero ringraziarli per la squisita accoglienza, il contagioso entusiasmo e la fantastica esperienza che stanno vivendo, e della quale ci hanno reso partecipi.
Sono una "buona scuola" per questo Paese.
Hanno scelto di investire il loro futuro nella produzione agricola - di qualità, non intensiva - e nella lavorazione tradizionale, semplice e artigianale. Coltivano il loro sogno in un luogo impervio, difficile da raggiungere se non a piedi. Una sorta di "rifugio", in cui gli escursionisti possono trovare un riparo dalla pioggia e intrattenersi fra un pasto o una bevanda calda, assaggiando le meravigliose confetture a base di frutti di bosco che sono la specialità di questo posto.
Al "Pesei" l’accoglienza è quella di una famiglia.Una famiglia orgogliosa del suo lavoro, o meglio, della sua scelta di vita. Non vi serviranno al tavolo. Da una grande cucina - che ricorda un po' quella casalinga -, usciranno vassoi e portate fumanti, dalle quali ciascuno potrà servirsi da solo.E non manca la tecnologia: la loro azienda vende anche online.Buon lavoro ad Amedeo, Abramo e alle loro famiglie.Grazie per avermi permesso di conoscervi.






Noi da parte nostra ringraziamo sentitamente Vito Crimi che si è dimostrato come sempre partecipe  e presente sul territorio.

A rivedere le Stelle!!




venerdì 12 giugno 2015

PRANZO DI AUTOFINANZIAMENTO


  • Azienda agricola Pesei

    Località Caregno - http://bit.ly/1I08T1T, Caregno, BS(mappa)
  • Per Domenica 14 Giugno abbiamo organizzato un  banchetto informativo a Sarezzo in via Petrarca 31 (parcheggio fronte ACLI Ponte Zanano) dalle ore 9:00 alle ore 12:00 cui seguirà un pranzo di autofinanziamento presso l'azienda agricola Pesei insieme ad alcuni portavoce del MoVimento 5 stelle. 
  • Per partecipare è NECESSARIO prenotarsi al seguente link http://goo.gl/forms/lJmeFTZJpg

  • Ricordo che sarà anche possibile partecipare ad un'escursione di "conoscenza delle erbe", maggiori dettagli sul volantino allegato al link.
    Partecipate numerosi, sarà una giornata allegra da passare in compagnia !!!