giovedì 29 ottobre 2015

MAMMA, DOMANI IL PASTO LO PORTO DA CASA




Il Movimento 5 Stelle in Lombardia ha avviato una raccolta firme diretta a tutti coloro che vorrebbero  poter  decidere in piena autonomia cosa far mangiare al proprio figlio e ai genitori che vorrebbero lasciare i propri figli per pranzo a scuola, ma non possono  permettersi di pagare il costo della mensa.

Non esiste infatti nessuna normativa e/o direttiva regionale, nazionale o europea che vieti il consumo di pasti portati da casa, all’interno degli edifici scolastici e l’Art. 32 della Costituzione garantisce il diritto a “scelte alimentari autonome”. Nonostante questo molti comuni vietano il consumo di pranzi che non siano stati confezionati nelle mense scolastiche.

In alcune scuole della nostra regione l’alternativa del pasto da casa è presente già da qualche anno e nel resto dei paesi europei c’è sempre stataCon il pasto portato da casa si potrebbe evitare l’uscita dei bambini da scuola per il pranzo, fenomeno ora in aumento a causa dell’alto costo delle mense e del menù fisso, inoltre il costo del pasto da casa sarebbe minimo al contrario dell’alto costo del pasto della mensa privata, che incide pesantemente sul bilancio familiare e spesso è causa di debito sia con la società di ristorazione che con l’Amministrazione Comunale.

Chiediamo pertanto con questa petizione che PRESIDENTE DI REGIONE LOMBARDIA E GLI ASSESSORI COMPETENTI intervengano sollecitando i Comuni affinché introducano, tramite proprio regolamento, la possibilità per gli alunni di consumare il pasto portato da casa in alternativa a quello offerto dal servizio ristorazione.


Anche noi a Gardone V.T. Stiamo raccogliendo le firme per questo progetto che non va ad intaccare ciò che c'è già, ma è solamente un'ulteriore scelta a disposizione dei genitori che non vedono nella mensa attuale una soluzione

Fermati anche tu al nostro banchetto per firmare la petizione!

Oppure sottoscrivila on line clicca su change.org 

Per approfondimenti clicca su: Lombardia 5 Stelle











giovedì 15 ottobre 2015

IL FUTURO DELL'ACQUA PUBBLICA E' PRIVATO?


Stamattina la nostra D'Agostino ha presentato un'interrogazione per ottenere spiegazioni in merito alla proposta che il sindaco Lancelotti è stato chiamato a votare. Il tema è estremamente delicato e tra quelli che più stanno a cuore  al Movimento 5 Stelle ovvero quello dell'acqua pubblica.

Il giorno 09 ottobre 2015 infatti si è tenuta una riunione della Conferenza dei Sindaci alla quale è stata illustrata una proposta in tema di gestione del servizio idrico integrato; tale proposta in sostanza, consiste nell’affidamento diretto trentennale del servizio idrico integrato ad una società interamente pubblica, all'interno della quale però entro il 31/12/2018,  dovrà subentrare per una quota non inferiore al 40% un socio privato da individuare tramite gara ad evidenza pubblica.

Se affidiamo l'acqua alla gestione di privati, il suo prezzo seguirà le logiche di mercato a scapito di tutti i cittadini e l'obbiettivo a breve termine di una gestione privata sarà sempre e comunque la massimizzazione del profitto a scapito del servizio! L'acqua è un bene essenziale ed insostituibile per la vita, NON SI PUO' LUCRARE SULL'ACQUA e non siamo i soli a pensarlo!!! 
Ricordiamo infatti a tutti i lettori  che con il referendum del 2011 la stragrande maggioranza degli  italiani ha detto no ad ogni legge che potesse affidare la gestione del servizio idrico integrato a privati e ricordiamo inoltre la risoluzione del Parlamento Europeo dell'11 marzo 2004 sulla strategia per il mercato interno la quale afferma che “essendo l'acqua un bene comune dell'umanità, la gestione delle risorse idriche non deve essere assoggettata alle norme del mercato interno”



INTERROGHIAMO 
quindi il Sindaco del Comune di Gardone V.T. per sapere:



- Quale è stata la posizione dell’Amministrazione su questo tema, ovvero, quale fra le forme di gestione del servizio idrico integrato l’Amministrazione ha inteso sostenere?
- Per quale motivo non ha ritenuto di coinvolgere la cittadinanza circa le scelte che ha inteso intraprendere su questa enorme e basilare questione riguardante la gestione nell'immediato futuro dell'acqua pubblica? 
- Come intende operare nei confronti della cittadinanza, in termini di confronto e trasparenza, affinché essa possa essere adeguatamente informata circa le conseguenze delle scelte che l’Amministrazione ha inteso intraprendere?


Per vedere il testo completo dell'interrogazione presentata CLICCA QUI

Siamo quindi in attesa di ricevere al più presto una risposta dal Sindaco di Gardone V.t. e scoprire quale è stata la posizione della nostra amministrazione.







Leggi anche 



Per vedere il testo completo dell'interrogazione presentata CLICCA QUI




martedì 13 ottobre 2015

IL PARLAMENTARE CHE TI SERVE ARRIVA A BRESCIA


Venerdì 2 Ottobre presso  il Ristorante pizzeria "La Nuova Piedigrotta", l'iniziativa "Il Parlamentare che ti serve" ha fatto tappa a Brescia!
La nostra Consigliera Alessandra D'Agostino ha servito ai tavoli insieme ai "camerieri":
Dino Alberti, Francesca Businarolo, Claudio Cominardi, Luigi Di Maio, Giorgio Sorial e Danilo Toninelli (M5S Camera);
Laura Gamba (M5S Comune di Brescia) e
Giampietro Maccabiani (M5S Regione Lombardia) 



video



Lo scopo dell’iniziativa è raccogliere fondi per l’evento “Italia 5 Stelle”, che si terrà ad Imola il 17 e 18 ottobre 2015.
Il Movimento 5 Stelle, infatti, rifiuta i rimborsi elettorali, il 2×1000 ai partiti, le diarie e i rimborsi non spesi.










IL M5S A GARDONE V.T. ADOTTA UN "NUOVO" METODO DI COMUNICAZIONE


Come molti avranno già notato, sono comparse sul territorio di Gardone V.T. 6 bacheche grazie alle quali potremo da ora informare costantemente i cittadini in merito alle nostre iniziative, alle nostre proposte e soprattutto al nostro operato sia a livello locale che a livello nazionale.





La nostra Consigliera Alessandra D'Agostino commenta così dalla sua pagina facebook

"Eccole, queste sono le nostre bacheche a costo zero su cui da oggi in poi troverete notizie a 5 stelle...sono costruite con materiali di riciclo e per la loro realizzazione non sono stati utilizzati prodotti inquinanti...le postazioni sparse per Gardone in cui le potrete consultare sono sei...

Un ringraziamento speciale va agli attivisti che le hanno realizzate e a chi ci aiuterà a tenerle aggiornate; abbiamo tantissime cose da raccontarvi, sia a livello locale che nazionale il lavoro è parecchio, faremo il possibile per trovare ritagli di tempo e occuparci tramite volantini settimanali della diffusione di tutto il lavoro svolto perchè è giusto che sappiate tutti quanto il m5s stia facendo.

A riveder le stelle..."



lunedì 12 ottobre 2015

OGNI EURO RISPARMIATO E' UN EURO GUADAGNATO


Visto l'ordine del giorno a dir poco scarno del Consiglio Comunale dell'11 Settembre 2015, indetto solo per conferire la cittadinanza onoraria a Don Francesco Bazzoli, la nostra consigliera Alessandra D'Agostino ha suggerito in Commissione Affari Generali dell'8 Settembre 2015 di accorparlo al Consiglio successivo, ma la sua proposta è stata bocciata; la D'Agostino ha quindi invitato tutti i consiglieri  a  rinunciare al gettone di presenza che avrebbero percepito per la partecipazione alla seduta; la sua seconda proposta è stata accettata pertanto nessun consigliere percepirà alcuna somma per il Consiglio Comunale dell'11 Settembre 2015.


LE SCANDALOSE ALIQUOTE TARI - VOL II


Oggi vogliamo parlare di un tema che ci sta molto a cuore e che abbiamo già trattato in questo blog, ovvero alcune tariffe TARI adottate per le utenze non domestiche e in particolare la disparità di trattamento tra le Banche/Istituti di credito e tutti gli altri Uffici/Agenzie/Studi professionali
Consideriamo infatti che il tipo di rifiuto conferito da una Banca o da un altro ufficio sia dello stesso tipo e non riusciamo perciò a spiegarci perchè le banche,  possano usufruire di un aliquota TARI pari a €/mq 1.41, mentre tutti gli altri uffici siano costretti a pagare ben il 147% in più, ovvero €/mq 3.49.


Di seguito potrete trovare un breve estratto (pag 43-45) del Verbale Ufficiale del Consiglio Comunale del 21 Maggio (visionabile in versione integrale cliccando su questo link)





Per vedere le tariffe TARI adottate dal Comune di Brescia CLICCA QUI
Per vedere le tariffe TARI adottate dal Comune di Villa Carcina  CLICCA QUI
Per vedere le tariffe TARI adottate dal Comune di Gardone Val Trompia CLICCA QUI

Visionando le tabelle di cui sopra si nota come a Brescia un istituto bancario paghi ben €/mq 4.70 mentre a Gardone soltanto €/mq 1.41;
tutti gli altri uffici invece a Brescia pagano €/mq 3.02  e a Gardone V.t. €/mq  3.49;

Non riteniamo corretta questa disparità di trattamento e stiamo già lavorando al fine di trovare una soluzione più equa soprattutto a vantaggio dei cittadini gardonesi





giovedì 8 ottobre 2015

BASTA ALLA STRUMENTALIZZAZIONE DEI FENOMENI MIGRATORI


Pubblichiamo a seguire il comunicato stampa in cui spieghiamo la nostra posizione in merito alle violente manifestazioni dei giorni scorsi a S.Colombano di Collio;
Purtroppo stiamo assistendo alla costante strumentalizzazione per fini di propaganda da parte di forze politiche sia di destra che di sinistra  e sempre più spesso a semplici (ma non meno pericolosi) atti di teppismo operati nei confronti dei profughi stessi o della struttura che li ospita. 

A nostro avviso la maggior parte dei cittadini identifica erroneamente nelle ondate di profughi  "La Causa del Problema"; ciò che troppo spesso sfugge invece è il fatto che i profughi sono "La Conseguenza" di azioni scellerate che l'Occidente ha messo in atto talvolta dando a potenti multinazionali carta bianca per sfruttare le risorse dei paesi poveri, talvolta invece con veri e propri atti di guerra.

Alcuni membri del nostro Meetup si stanno confrontando con il "Coordinamento Antifascista e Antirazzista" sorto in conseguenza delle violente manifestazioni poste in atto dai militanti di Forza Nuova e Lega Nord, ma lo stanno facendo come liberi cittadini, senza quindi esporre i nostri simboli e le nostre bandiere, perchè riteniamo che sia ora di dire BASTA ALLA STRUMENTALIZZAZIONE dei recenti fenomeni migratori. 









A seguire una piccola rassegna stampa degli atti di violenza a cui abbiamo assistito nelle ultime settimane













Fortunatamente a fronte di atti di violenza e di razzismo, abbiamo assistito anche ad appelli e solidarietà in favore dei profughi anche se purtroppo sulle testate giornalistiche locali e nazionali fa come sempre molta più notizia la violenza.